15/08/2019

Ciao luca,
Oggi è stata una giornata molto tranquilla. Ieri siamo rimaste sull’isola di Nisyros fino a tardi perché io volevo pregare e stare il più possibile in quel monastero e così abbiamo preso l’ultimo traghetto per ritornare a casa e siamo andate a letto alle 3:30. È stata una serata mistica, tutto qui è magico e romantico e questo riesce solo però a farmi stare ancora più male ma mi trattengo e cerco di coglierne il bello. Oggi siamo state in una spiaggia accanto al nostro hotel che si raggiunge semplicemente camminando sul bagnasciuga lungo la costa, in direzione Kardamena. Si chiama Agios Nicolaos. È molto bella.

Accanto, ha i resti di un abbazia bizantina e di fronte c’è un’isoletta con su un eremo azzurro chiamato Agios Ioannis Thymianos il quale all’esterno ha una campana che tutti quando salgono sull’isoletta vanno a suonare perché si dice porti fortuna.

Vista dall’isoletta
Eremo di Agios
Campana porta fortuna

Uno di quei ristoranti da sogno che a te sarebbero piaciuti da morire, di quelli in cui ti avrei portato per farti una sorpresa o tu l’avresti fatta a me. Si chiama Mylotopi ed è un ristorante in un mulino,una fattoria villaggio, tutto di pietra, con una vista pazzesca sul golfo e gli interni tipo chalet.

Esterni di Mylotopi
Interni di Mylotopi


Anche noi non siamo state da meno, inizialmente avremmo voluto andarci a nuoto, poi abbiamo optato per il pedalò. Mi è venuto in mente quando l’anno scorso siamo andati sulla diga del Verdon, che bello … e quel villaggio stupendo in Provenza. Dopo la spiaggia abbiamo deciso di andare a cenare in un mulino sulle alture di Kefalos.

Chiesa a Kefalos


Dopo cena ci siamo viste con dei ragazzi conosciuti a colazione, o meglio che Martina ha conosciuto a colazione perché io sono un automa. Cammino per inerzia, qualsiasi cosa succeda io la osservo, alzo gli occhi, accenno un sorriso, e non faccio null’altro. Non ho voglia di fare e dire nulla.
Siamo andate con loro a bere qualcosa a Kardamena, io non parlavo… poi siamo andati sulla spiaggia, quelle cose da ventenni, io mi sono un po’ sfogata e poi siamo andati a dormire tardi.
Oggi ci aspettano le terme e il pranzo di pesce a Limiones ma questo è già un’altra storia.

Ieri c’era la luna rossa e non ti dico il mio cuore in che stato fosse. Davvero, non riesco ad esprimere le emozioni come vorrei perché non possono essere spiegate. LUCA MI MANCHI. Ieri com’è andata in barca? Chissà se ti sei divertito, chissà che hai detto, chissà che avrete fatto… chissà, chissà… ti penso in ogni istante e mi sembra di raggiungerti ma sento come una coltellata costante nel cuore. Sono con te. Vorrei inventassero davvero una macchina del tempo per poter tornare indietro. Per poter non rifare tutti gli sbagli e io con te ne ho fatti davvero milioni e fin dal primo giorno. Ne abbiamo fatti entrambi ma tu eri più maturo emotivamente, io molto meno. Spero davvero con questa batosta di diventarlo.

Vista dal mulino di Mylotopi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...