16/08/2019

Ciao Luca,
Oggi mi sono svegliata alle 11:00 perché ieri alla fine era tardissimo, come al solito ti ho sognato e mi sono svegliata molto male. La giornata era stupenda, un sole splendido e un mare piattissimo e blu. Siamo partite, sempre con quei ragazzi conosciuti in hotel, alla volta di Limionas, una stupenda baia con la sabbia color rame e il mare trasparente. Sembrava davvero il paradiso…

Sabbia dorata di Limionas

Acqua cristallina

Martina ha per sbaglio aperto una storia di facebook di Beatrice malfatto e nella foto c’eri anche tu… non ti dico ovviamente quanto mi abbia fatto male e allo stesso tempo bene vederti. Eri bellissimo, biondo come il sole e con gli occhi colore del mare greco… son stata malissimo… pensare di non essere su quella barca con te ma soprattutto di non essere la tua ragazza mi genera un dolore atroce. Spero tu ti sia divertito…
Noi poi abbiamo pranzato alla Locanda Limionas, ristorante di pesce appena dietro alla spiaggia. Ho mangiato la moussaka, davvero buona ma non avevo molta fame. Ho sempre lo stomaco rovesciato da quando ci siamo lasciati. Dopo pranzo siamo andati a vedere dei resti di un antico tempio greco poco distante da Kos. Era un tempio di guarigione, sacro al dio Asclepio, il dio greco della medicina. Questi templi erano un luogo in cui i pazienti venivano visitati per ricevere una cura o una sorta di guarigione, sia essa spirituale o fisica.
Ovunque qui c’è pieno di gatti, ma non sono i gatti che immagini tu, di razza europea, bensì son di razza egiziana, con il musino triangolare e il corpo magrissimo e sottile.

Gattino davanti al sito archeologico di Asclepios


Al termine della visita ci siamo spostati sulla spiaggia di Lambi, a Kos e qui siamo restati fino a quasi il tramonto. Sai che questi ragazzi, tutti e tre del 1990 son di Milano ma si lamentano di non riuscire a trovare ragazze serie con cui mettere su famiglia perche le ragazze a Milano secondo loro pensano solo alle cose superficiali e non son buone manco a fare un uovo. Detto ciò poi siamo finite a mangiare a Kos in una taberna. Abbiamo gustato feta al forno, Pita e Gyros e poi dopo cena siamo andati alla spiaggia termale di Kos, una cosa eccezionale.

Thermà in Greco vuol dire caldo e si adatta benissimo alla conformazione di questa spiaggia: a renderla così interessante per i turisti sono le sorgenti di acque termali calde che attraverso un canale sotterraneo si mescolano all’acqua del mare. In fondo ad una piccola spiaggia di sabbia nera e ciottoli, utilizzando delle pietre, è stata ricavata una sorta di piscina termale direttamente nel mare, con temperature che variano tra i 42 e i 50°C. L’acqua proveniente dalla sorgente è ricca di zolfo, potassio, calcio, magnesio e ha benefici terapeutici in casi di artrite e problemi reumatologici. La giornata si conclude così…bellissima vista sul mare illuminato dalla luna, vento forte, paesaggio lunare ma… un altro giorno senza te, un altro giorno di agonia… un altro giorno apatico, un altro giorno di sofferenza.
Mi manchi Luca, non ce la faccio davvero più. Ho bisogno di te.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...