26/08/2019

Ciao Luca,

Prima giornata di lavoro… dormito praticamente nulla, facevo fatica ad addormentarmi e mi sono svegliata mille volte… e alle 07:00 quando è suonata la sveglia ero stanchissima e tutta sudata… è stato uno shock per tutti rientrare non tanto per il rientro a lavoro quando per lo spostamento Liguria lombardia. Qui c’è un afa terribile, la patisco più adesso che durante i mesi scorsi. A volte mi chiedo perché il destino ci porti in certe situazioni e in certi luoghi… eppure occasioni per restare giu ne ho avute, anche lavori saltuari ma l’importante per me era stare con te… però tu mi dicevi:“vai prova… ” anche tutti i colloqui che ho fatto, ho sempre detto che dove stavo mi trovavo bene! Avrei dovuto dire che volevo cambiare! Che desideravo con tutta me stessa restare giu. La verità è che io non volevo restare giu.. sempre con questa smania di scappare, e in noi non vedevo un futuro, pensavo di sprecare il mio tempo e quindi…. Insomma non è stata cosa. Certo penso, avevo davvero tutto…. tutti gli amici vicini, più i tuoi amici,più la mia famiglia e la tua, what else? Avevo anche la scuola di latino, volendo avrei potuto mettere su un gruppo o suonare con mio papà… ma si sa.. col senno di poi tutto facile! E sopratutto se è successo cosi è perche qualcosa non andava e non mi rendeva felice.

Parlando di lavoro chissa come va a te, chissà se sei sempre il brillante ragazzo che rimane impresso ai vari medici, chissà se sei sempre quello che alle 18:00 su per giù dice: chicca che giornata! E racconta le Sue disavventure. La telefonata delle 18:00 è quella che patisco di più… ogni giorno stavo lì col telefono in mano e quando suonava ero felicissima… a parte purtroppo il periodo in cui ero triste e disillusa… li allora mi dimenticavo perfino e manco vedevo la chiamata😔.

Detto ciò oggi è il primo giorno senza Alessandro, in compenso è arrivato Julian, un collega tedesco peraltro più giovane di noi, che ci fa da capo temporaneo. È bello parlare inglese tutto il giorno☺️, un po’ meno bello sentirsi poco utili e io da diverso tempo a lavoro mi sento così… so che sbaglio a sentirmi così, ma vorrei essere più coinvolta, crescere. Ora ne parlerò con Alessio. Vorrei mi dessero da gestire dei codici di produzione. Come ai vecchi tempi. Comunque adesso dal 24 di settembre parte la linea nuova di produzione e ci sarà tanto lavoro, per fortuna.

Alessandro durante le ferie ci ha mandato una mail finale…dalla sua casella privata. È stato molto carino e mi ha riempita di orgoglio. Leggere che il tuo neo ex capo di ha apprezzata fa sempre piacere.

Spero si legga…

Fa di questa tenacia il tuo punto di forza”, si è vero io sono molto fragile ma in realtà non mi arrendo MAI.

Uno dei punti critici tra di noi era il fatto che a me sembrava tu non apprezzassi e vedessi i miei sforzi e sacrifici e non capissi quando fosse difficile non avere una vita lavorativa stabile e una propria dimensione. Per me era difficile farti capire quanto fosse ansiante cambiare città continuamente! prima Torino, poi perdere il lavoro e la casa, poi avere l’ amore lontano, allora interrogarsi sul da farsi, poi scendere, a fatica trovare un briciolo di equilibrio e….. perderlo subito dopo e non avere prospettive o certezze dal proprio partner…! per me questa è stata la cosa più difficile e il punto di rottura. Non vedere un progetto comune, una prospettiva chiara, un NOI DUE oltre ogni cosa. Mi sembrava inutile tutto quello che facevo e la cosa della stima, so bene ORA quali fossero i motivi ma allora non capivo. Perche a me sembrava di darti tutta me stessa! E in realtà era così. E quando finalmente stavano andando meglio le cose e le nostre vite si stavano un po’ assestando…. ormai era troppo tardi. Ci siamo andati davvero ad un passo… ad un passo dalla casa nuova, ad un passo da tutto. Ma tanto io non avevo capito, io non ti avevo capito! E quindi non era cambiato nulla di fondo. Purtroppo ti ho capito e ho capito come mai tu ti comportassi in certi modi, solo dopo averti perso.

Dopo il lavoro poi oggi sono andata a fare un giro con Nadia e Giorgia. Ci hanno dati i ticket compliments e questa volta, non potendoli usare per te😔, mi sono comprata il phon nuovo visto che il mio era rotto e uno speaker fighissimo…

Dopo il giro da Unieuro (che fortuna!) Sono andata a casa. Ho piantato un chiodo e appeso il crocifisso di terracotta comprato in Grecia.

Mi sento una super donna di casa a gestire tutto da sola. Ho mangiato vitello tonnato sul balcone ascoltando musica bossa nova e samba e poi mi sono messa al buio a pregare e meditare. Come faccio sempre…. anche questa giornata se n’ è andata senza te… mercoledì inizio in palestra, palestra di sole donne. Si chiama Momes. Spero facciano il miracolo! Ho davvero bisogno di rimettermi in forma. Non per il corpo ma per la testa.

Chissa che cosa starai facendo tu ora… palestra… sicuramente… o sarai in giro con i tuoi Infiniti amici? O entrambe le cose… ti ricordo poliedrico all’estremo.

Buonanotte Luca, spero ti arrivi il mio pensiero. Oggi facebook mi ricordava questo…

Qui sembravi proprio una capretta… e questa foto la ADORO. Mi fa stare male e bene insieme. Li ti toccavo, potevo abbracciarti, baciarti, potevo far l’amore con te… li eri mio. Che due bescerlan che eravamo insieme. Mi manchi. Si è spento il sole senza di te.

Ti amo Luca, buonanotte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...